Nuotare

Tra i boschi e il vino, ancora acqua

Un blu ricco di sfumature qui, nel cuore del verde dei vigneti dell’Oltradige. Fin dal primo mattino risplende ancora assonnato e calmo davanti a voi il Lago di Caldaro. I più mattinieri possono goderselo quasi completamente per sé, nuotando beatamente nelle sue acque. C’è solo Castel Chiaro a guardarli dall’alto.

Non passa molto tempo, però, perché si animi. I pedalò s’incrociano sull’acqua, a riva ci si diverte a sguazzare e a tuffarsi, le barche dei pescatori dondolano un po’ in disparte vicino ai canneti e, non appena il vento inizia a soffiare da sud con sempre più insistenza, i surfisti si dirigono immediatamente sul pontile. Non aspettavano altro che le onde.

Fruscii e silenzi

Tranquilla e rilassante, o variopinto e vivace. Così al lago la mattina si differenzia dal pomeriggio. E le due sponde riflettono le stesse caratteristiche. Se le spiagge e il prato dove prendere il sole si distinguono per confort, pulizia e servizi, la sponda meridionale è riservata alla natura. Appartiene agli uccelli ed è raramente visitata da naturalisti e fotografi. Lontano dai rinomati ristoranti e pizzerie, dai vivaci chioschi e bar, gli uccelli svolazzano, covano e vivono tranquilli la loro vita nel canneto. Gli amanti della natura possono fare il giro del lago ed esplorare la zona riservata lungo una passerella in legno.

Il quarto elemento

Lo stesso Hotel Thalhof offre nel proprio giardino una piscina per famiglie, dove poter sguazzare e divertirsi, e una dedicata al nuoto. Chi desidera leggere, riposarsi e prendere il sole in santa pace potrà farlo anche direttamente in hotel. O meglio nell’hotel: le condizioni atmosferiche non devono certo trattenere dal divertimento nell’acqua. Quando fuori la temperatura scende, c’è la piscina interna ad accogliere i bagnanti indefessi!



< indietro Avventura

Richiesta

lg md sm xs